«

»

mag 20 2015

Tutela salute: 13 nuovi defibrillatori in città

defibrillatore foto(Antonio Infuso). Una spesa di 25.000 euro per un importante strumento di tutela della salute e di prevenzione che, a breve, sarà installato in punti strategici della città. Sono in arrivo, infatti, 13 defibrillatori semiautomatici, con relative teche per la cardioprotezione, da collocare presso la piscina comunale, i campi di calcio “Scirea” e “Venere”, le palestre delle scuole “Gramsci”, “Sangone”, “Moro”, “Rodari”, “Polo”, “Disney” e Don Milani”.

Sono anche previste tre postazioni esterne rispettivamente nell’ingresso del Palazzo Comunale (piazza di Vittorio), nel porticato della sede decentrata dei servizi demografici (piazza Camandona) e in prossimità dell’ingresso della Tenenza dei Carabinieri (via I Maggio). Queste postazioni dispongono di un sistema di controllo remoto che allerta immediatamente il “118”. Inoltre, i defibrillatori di piazza Di Vittorio e di via I Maggio sono anche trasportabili per eventuali operazioni di primo soccorso da compiere urgentemente in altre zone del territorio comunale.

I tredici macchinari si aggiungono a quelli già presenti nel campo di calcio “Prunotto”  e nelle scuole “Manzoni”, “Martiri della Resistenza”, “J. C. Maxwell” ed  “Erasmo a Rotterdam”.

 “E’ importante che in tutte le scuole cittadine – spiega l’assessore all’istruzione, Filippo D’Avenisia garantito sempre il massimo di assistenza, in caso di necessità, per in nostri ragazzi. Con i defibrillatori abbiamo compiuto un passo importante”.

“Le principali strutture sportive – aggiunge l’assessore  allo Sport, Diego Sarnosaranno dotate presto di uno strumento fondamentale per svolgere in sicurezza l’attività agonistica e amatoriale”.

“La significativa presenza di defibrillatori in città – conclude il sindaco, Angelino  Riggioè un primo presidio di soccorso che può salvare una vita. La tutela della salute contraddistingue sempre il livello di civiltà di una società”.

E’ anche previsto in corso di formazione gratuito per l’abilitazione nell’utilizzo dei defibrillatori DAE per una sessantina di operatori a cui verrà rilasciato un attestato. Nei prossimi giorni, di comune accordo con le società e le scuole, verrà definito il calendario per l’installazione della strumentazione nelle varie sedi.

Infine, in piazza A. Moro è previsto un ulteriore defibrillatore donato dalle associazioni “Nichelino Possibile” e “Oisi” al comitato di quartiere Castello; a questo proposito i donatori hanno anche formato 65 residenti del quartiere per l’utilizzo corretto dello strumento

Switch to our mobile site