«

»

apr 01 2014

Superga: 12/4, la “pacifista” Lisistrata chiude la prosa

lisistrata(Antonio Infuso). Si conclude la stagione di prosa del Teatro Superga, il 12 aprile (alle ore 21), con il classico “Lisitrata”. Inserito nella sezione off, lo spettacolo è una rilettura del capolavoro di Artistofane, realizzata da Andrea Battistini, (direttore artistico del Teatro Superga). A chiudere il cartellone è stata scelta, perciò, una produzione targata Teatro di Castalia e Teatro Superga.

Spiega Andrea Battistini. “Ogni guerra è stupida, da che guerra è guerra…eppure la storia continua a raccontarci che è necessaria e inevitabile e da sempre re, dittatori, presidenti generali, ma anche gli uomini comuni sembrano accettare impotenti o compiacenti il ciclico “così deve essere”. Con la sua Lisistrata, Aristofane, già 2500 anni fa, ci suggeriva una scappatoia, un trucco possibile per interrompere la catena e con una modernissima operazione di “parità di genere” consegnava la chiave del trucco alla donna. La donna a cui veniva negata la libertà di parola, conquista finalmente il diritto di parlare  e una posizione sociale e politica contro la guerra. L’azione di Lisistrata e delle sue compagne di prendere la parola è una rivendicazione del loro diritto di esprimersi liberamente, da cittadine a pieno titolo, da donne libere, dicendo “cose utili alla città”, contrapponendosi al comportamento “distruttivo” degli uomini. Il corpo femminile è gestito come soggetto politico. Lo  sciopero del sesso: finché i mariti non avessero firmato la pace e l’occupazione dei centri di potere  per privare gli uomini dei mezzi finanziari per proseguire la guerra, sono  trucco narrativo. La città è conquistata e il pensiero femminile può finalmente esprimersi. Tra racconti canzoni danza, lacrime o risate, la donna si riappropria della storia e sconfigge la guerra”.

Platea Intero: Euro 17Platea Ridotto: Euro 14

Galleria Intero: Euro 14Galleria Ridotto: Euro 12

Piazzetta Macario – Nichelino – tel. 011 627.97.89

e-mail: info@teatrosuperga.it – SITO:  www.teatrosuperga.it

 

Switch to our mobile site