«

»

mar 07 2013

Superga: 9/3, una “Bovary” particolare

Prossegue la stagione di prosa al Teatro Superga. Il 9 marzo, alle ore 21,  va in scena “Madama Bovary”, con Lorena Senestro, regia di Massimo Betti Merlin e Marco Bianchini, per il Teatro della Caduta. L’universo di Flaubert e l’ambientazione di Madame Bovary sono prossimi alla bruma che aleggia sui prati della pianura padana, ai personaggi che popolano una certa piemontesità. Individuano i caratteri propri della vita di provincia, la provincia nella sua dimensione assoluta, esistenziale. Lorena Senestro reinventa una Emma Bovary dei nostri giorni, in chiave piemontese. I personaggi e le atmosfere dei personaggi, oltre che per bocca di Flaubert, sono rievocate attraverso versi di Guido Gozzano e filtrate dall’autobiografia dell’attrice (che è anche autrice del testo). Lo spettacolo pone al centro l’attore e le sue potenzialità espressive, alla riscoperta della modernità e della forza evocativa dei classici della letteratura a teatro. Affronta tematiche di grande attualità: la paura di agire, le false chimere, la dialettica tra città e provincia, tra nuovo e tradizione. Attraverso un’altalena di sensazioni, situazioni e registri, lo spettatore viene condotto in un mondo inventato, generato dall’immaginazione creatrice di Emma Bovary.  Ingresso: Platea Euro 17 (ridotto Euro 14) – galleria Euro 14 (ridotto Euro 12) – info: tel. 011 627.97.89 – e-mail: info@teatrosuperga.it

 

Switch to our mobile site