«

»

mag 07 2014

Superga: 17/5, “Un ballo al Savoy”

FELISETTI(Antonio Infuso) Cala il sipario, sabato 17 maggio, alle ore 20.30, sulla XIII stagione del Teatro Superga. A chiudere il cartellone sarà la lirica, eccellenza di piazzetta Macario, con “Un ballo al Savoy”, operetta in due atti musicata da Paul Abraham e ottava “messa in scena” proposta dal Superga. La stagione 2013/2014 prevedeva 28 spettacoli, tra “recitar cantando”, prosa, concertistica e appuntamenti per famiglie. Ancora una volta, nonostante la crisi, il palcoscenico nichelinese ha registrato ottimi risultati al botteghino, confermandosi uno dei luoghi di cultura e spettacolo più apperzzatioidi tutta la provincia.

PERSONAGGI E INTERPRETI


DAISY DARLINGTON         SILVIA FELISETTI

MUSTAFA’ BEI                     ALESSANDRO BRACHETTI

ARISTIDE                              ANTONIO COLAMOREA

MADDALENA                      ELENA RAPITA

CELESTINO                        FULVIO MASSA

POMEROL                            MARCO FALSETTI

ARCIBALDO                         FRANCESCO MEI

ORCHESTRA SINFONICA CANTIERI D’ARTE

Direttore d’Orchestra: Stefano Giaroli

CORO DELL’OPERA DI PARMA

Maestro del Coro: Emiliano Es

Regia: Alessandro Brachetti

Corpo di Ballo “Novecento”

Coreografia: Salvatore Loritto

Scene e Costumi: Artemio Cabassi

TRAMA

Nizza, 1932. Nel salone di casa Faublas si festeggiano il marchese Aristide e la sposina Maddalena, di ritorno dal lungo viaggio di nozze. Ma il novello sposo riceve un telegramma dal suo avvocato, che lo informa che, per potere accedere al patrimonio del suo defunto padre, deve onorare un impegno preso in passato dal padre stesso, che consiste nel trascorrere una nottata con la Tangolita, una danzatrice spagnola.La Tangolita vuole che Aristide assolva il suo obbligo proprio quella sera, durante l’annuale ballo al Savoy. Aristide trova una scusa buona: deve recarsi al Savoy per incontrare José Pasodoble, compositore jazz in gran voga, e non può condurre Maddalena con sé perché i bauli con le toilettes eleganti non sono stati ancora recapitati. Ma José Pasodoble non è altro che lo pseudonimo di Daisy Parker, amica di Maddalena, la quale comprende così di essere ingannata. Maddalena giunge al Savoy, decisa a vendicarsi, celando il suo volto dietro ad un velo e fa colpo su un giovane chiamato Celestino. Intanto Mustafà, diplomatico turco pluridivorziato, si innamora di Daisy. Aristide e la Tangolita si ritirano a cenare in un separé; Maddalena e il suo corteggiatore Celestino si accomodano in quello a fianco. Maddalena decide di concedersi a Celestino. Mentre la direzione del Savoy premia José Pasodoble, rivelandone la vera identità, Maddalena annuncia pubblicamente di avere tradito il marito. La vendetta di Maddalena, anziché suscitare scandalo, riceve l’approvazione generale. Intanto Aristide si arrovella nel dubbio: l’ha fatto veramente o no? Maddalena continua a confermare il tradimento e il marchese chiama l’avvocato per avviare le pratiche di divorzio. Mustafà e Daisy decidono di sposarsi. Arriva l’avvocato: è Celestino, ma neanche da lui Aristide riesce a sapere se il tradimento è avvenuto. Sarà la furba Daisy, con uno stratagemma, a strappare a Maddalena la verità.

Piazzetta Macario – Nichelino – tel. 011 627.97.89

e-mail: info@teatrosuperga.it – SITO:  www.teatrosuperga.it

Platea: Euro 25 – Galleria: Euro 17

Promozione “Under 30”: Euro 18 (platea) – Euro 14 (galleria).

 

Switch to our mobile site