«

»

nov 30 2016

Referendum del 4/12: l’organizzazione del Comune

referendum-16(A.I.). Lavora a pieno regime la macchina comunale della Città di Nichelino, una delle più organizzate della provincia, per il referendum del 4 dicembre. Saranno 45 i seggi cittadini per altrettanti presidenti e segretari e 135 scrutatori, più le forze dell’ordine (Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza) e buona parte dei dipendenti comunali (servizi demografici, polizia municipale, messi, manutenzione, uscieri, ced, ufficio stampa e personale addetto al caricamento dei dati). Al voto saranno chiamati 37.850 nichelinesi (18.226 m e 19.624 f). A cui occorre aggiungere i nostri residenti all’estero (Aire) che ammontano a 711 (405 m e 306 f) e 8 elettori (6 m e 2 f) temporaneamente all’estero che hanno chiesto di votare per corrispondenza. Come già segnalato, l’ufficio Elettorale (piazza Camandona, 11) osserverà – per il rilascio delle tessere elettorali – il seguente orario straordinario: venerdì 2 e sabato 3 dicembre, dalle ore 8.30 alle ore 18.00; domenica 4 dicembre dalle ore 7.00 alle ore 23.00. Apertura straordinaria anche per l’ufficio Anagrafe (per il solo rilascio delle carte d’identità), sabato 3 dicembre dalle ore 8,30 alle ore 12,00 e domenica 4 dicembre dalle ore 7.00 alle ore 23.00. Come ormai da tradizione, i dati sull’affluenza e sullo spoglio saranno comunicati in tempo reale, e con aggiornamenti continui, sulla pagina online del giornale comunale (www.nichelinocitta.it), sul sito istituzionale del Comune (www.comune.nichelino.to.it) e sulle pagine Facebook (Giornale NichelinoCittàdue e Città Ufficio Stampa Nichelino)

Switch to our mobile site