«

»

apr 04 2013

NICHELINO: indagine, scolari sovrappeso

I ragazzi nichelinesi mangiano troppo e praticano poco sport: questo sembra essere il risultato globale dei test effettuati fra gli studenti delle terze elementari e delle prime medie per lo scorso anno scolastico. Per la precisione, sono stati presi in esame globalmente 810 soggetti, 420 frequentanti la “terza elementare” e 390 della “prima media” sottoposti – come sta accadendo proprio in questi giorni per altri alunni – a una serie di esami gratuiti presso il Centro di Medicina dello Sport di Torino, grazie a una convenzione con l’Assessorato all’Istruzione delle Città di Nichelino. Nel dettaglio: visita clinica, misure antropometriche, controllo posturale e del visus, esame delle urine, prove dinamometriche e spirometriche, elettrocardiogramma a riposo, prova di lavoro muscolare tarato con registrazione continua dell’elettrocardiogramma, valutazione della massima potenza aerobica secondo Astrand. Emerge innanzitutto un primo dato, interessante e da tenere in considerazione. I più piccoli (gli studenti delle elementari), sono mediamente in sovrappeso del 10 % (3 chili su circa 30 di peso totale), e questo, a quanto pare, avviene per la causa più scontata: mangiano troppo. Si legge nella relazione dell’Istituto di Medicina Sportiva: “I soggetti in eccesso risultano il 33,9% dei maschi e il 34,4% delle femmine. Solo un numero limitato di soggetti riconosce di avere un’alimentazione abbondante, che è fra le cause più frequenti del sovrappeso. Quindi, molti di loro considerano normale una razione alimentare che individualmente risulta eccedente”. In altre parole: mangiano troppo e lo considerano naturale. Non manca, tra i piccoli, un po’ di pratica sportiva diffusa, quantificata dallo studio in 2 ore alla settimana, che salgono a 3 e mezza per coloro che praticano attività agonistica se maschi e 4 se femmine: sport più praticati per i maschietti il calcio seguito da nuoto, pallacanestro e karate e per le femmine il nuoto seguito da danza, ginnastica artistica e pallavolo. La situazione peggiora leggermente se si prendono in considerazione i ragazzi della prima media: i maschi pesano in media 6 kg in più mentre è di 5 kg il sovrappeso per le femmine; l’eccesso di peso aumenta con il crescere dell’età. Il motivo, in questo caso, è da ricercarsi nella scarsa attività aerobica: i ragazzi, infatti, sembrano ammettere di mangiare molto, ma il numero di ore di sport praticato a settimana è lo stesso dei loro compagni delle elementari: due ore, che salgono a 5/5,5 per chi pratica attività agonistica. Insomma, il problema principe dei ragazzi nichelinesi è il peso, come confermano le conclusioni dello studio: “Questa eccedenza ponderale manifesta influenze diverse sugli aspetti funzionali. Per quanto riguarda la forza muscolare la necessità di spostare un corpo più pesante a questa età significa uno stimolo muscolare maggiore”. E non solo: “Per quanto riguarda invece il sistema metabolico aerobico e quindi l’efficienza cardiorespiratoria si evidenzia un effetto negativo correlato all’eccesso di tessuto grasso”. Tradotto: ingrassare fa male per i nostri organi interni e per i nostri muscoli e le nostre ossa. I ragazzi giovani sono in tempo per acquisire uno stile di vita, e alimentare, sano: è importante rendersene conto e in questa direzione si muove l’impegno del Comune con promozione delle visite al Centro di Medicina Sportiva. (a.b.)

Switch to our mobile site