«

»

dic 07 2012

Nichelino: IMU, contributi alle fasce più deboli

Un importante protocollo d’intesa – siglato il 26 novembre fra Città di Nichelino e Sindacati – istituisce un fondo di sostegno alle fasce più deboli per il pagamento dell’Imu. Il Comune, infatti, stanzierà 50.000 Euro per l’abitazione principale, a eccezione delle categorie catastali più alte (ville, abitazioni signorili, castelli e palazzi). L’accesso al sostegno sarà legato alle fasce Isee: alle famiglie con reddito da lavoro dipendente e una dichiarazione non superiore a 8.000 Euro andrà un contributo di 100 Euro; poi, a scalare, 80 Euro (Isee da 8.001 a 12.000) e 60 Euro (da 12.001 a 16.000). Previsti aiuti anche per le famiglie formate da giovani sotto i 35 anni, con reddito da lavoro autonomo, secondo le seguenti fasce Isee: fino a 4.000 Euro (contributo di 100 euro), da 4.001 a 6.000 (80 Euro) e da 6.001 a 8.000 (60 Euro). Qualora l’importo del fondo non sarà sufficiente a soddisfare le richieste, sarà data priorità alle fasce più basse. «Si tratta di un accordo molto importante – spiega l’assessore al Bilancio, Claudio Benedetto – in un momento di grave crisi come quello attuale, vogliamo dare una mano a chi è più in difficoltà». (a.b.)

Switch to our mobile site