«

»

ott 03 2014

Il nichelinese Gae Capitano con Fabi, Gazzè e Silvestri

gae 2(Antonio Infuso). Ne avevamo già scritto a fine 2012, auspicando ulteriori successi per il musicista nichelinese Gae Capitano. Ebbene, il chitarrista-compositore sta scrivendo una nuova importante pagina nella sua già lunga e apprezzata attività artistica. Dopo essere stato finalista al prestigioso “Premio De Andrè” nella Sezione “Poesie” con un testo il cui titolo è già un programma, “La bottega delle cose inutili”, Capitano ha preso parte ad un importante progetto scrivendo per il nuovo cd di Niccolò Fabi, MaxGazzè e Daniele Silvestri (“Il padrone della festa” per Sony Music/Universal Music), già un campione di vendite

G@e (così ama presentarsi in rete) infatti ha cofirmato, con Francesco e MaxGazzè, “Il Dio delle piccole cose”, uno dei brani più significativi e intensi del nuovo cd.

Sono artisti che non hanno affatto bisogno che qualcun altro suggerisca loro le parole. Il fatto che abbiano scelto un testo di un altro autore per rielaborarlo in forma di branoper un progetto di prim’ordine come questo è per chi l’ha scritto il massimo della gratificazione”, spiega Gae Capitano.

L’autore trova anche il tempo per ironizzare simpaticamente: “Nei crediti del disco, anziché “Capitano”, il mio cognome, appare al plurale, come “Capitani”: chissà che non sia un preludio a prossime future collaborazioni con loro, ne sarei felicissimo!

Questo importante battesimo sulla ribalta nazionale della musica leggera italiana segna, perciò, un nuovo punto di partenza per il nostro concittadino che è sposato con una musicista ed è padre  di un maschietto.

Vincitore anche del “Lunezia autori” di Massa Carrara nel 2012, Capitano vanta diversi riconoscenti, fra i quali: Premio Sergio Endrigo (2011), Premio Letterario Panchina di Bologna (2011) e miglior composizione al Festival Internazionale Verdinote (2011) nonché la partecipazione a diversi Festival (Castrocaro, Accademia di Sanremo, Premio Rino Gaetano, Festival Benevento, Festival San Marino, Passaporto per Sanremo, MilleVoci, A Voice for Europe, Senza Etichetta, Gran Premio della Canzone Italiana, Grammy Europeo della Musica d’autore, Premio Mia Martini e ADMaward).

In questo momento così importante per la sua attività artistica, G@e non manca di riconocenza per chi ha creduto nel suo talento: “Un particolare ringraziamento di cuore va a Francesco Gazzè, fratello e produttore di Max, per aver realizzato un sogno: prendendo spunto dalle mie parole, questi ultimi hanno scritto la musica e adattato il testo iniziale alla loro sensibilità e a quella di Niccolò Fabi e Daniele Silvestri. Sono onorato di aver potuto offrire loro un piccolo spunto che hanno trasformato in una gran bella canzone d’autore”

Siamo sicuri che altri giorni speciali attendono Gae Capitano.

Switch to our mobile site