«

»

nov 24 2014

Giulia Madau: una favola contro la violenza sulle donne

madau(Antonio Infuso). Giulia Madau, giovane nichelinese (classe 1992), ha dato alle stampe il suo primo racconto/favola breve: “C’era una volta” (edizioni Smasher). Un testo che parla di dignità, amore e libertà, dedicato a tutte le principesse che vogliono liberarsi dall’orco. In collaborazione con il CeDAV (Centro Donne antiviolenza) di Messina, il tascabile sarà distribuito gratuitamente a tutte le donne che si rivolgono al Centro d’Ascolto; oltre ad essere messo in vendita per coloro che desiderano contribuire alle azioni di contrasto alla violenza sulle donne.

La favola è breve e intensa: una mamma racconta al proprio bambino la storia di una bella principessa. Quando era piccina nessuno l’abbracciava se aveva paura; ubbidiva, taceva, subiva e osservava gesti violenti, addormentandosi ogni giorno alla stessa maniera. Il tempo passò e la principessa divenne adulta e, come tutte le principesse, incontrò un uomo che pensava fosse un principe. Le sue carezze avevano la forma di calci, pugni e insulti. Capì ben presto che dietro tutto questo non poteva nascondersi l’amore più grande del mondo.  Rimase incinta e comprese che l’unico regalo che avrebbe potuto fare a se stessa era la libertà, la dignità, l’amore per sé e per suo figlio. Così, con coraggio, un bel giorno andò via. Non fu difficile incontrare un altro cavaliere, che si dimostrò un vero principe. Imparò che l’amore esiste e che non doveva travestirsi da odio, nascosto dietro il silenzio sulle violenze che uccide la dignità.

Il tutto in un tascabile di sedici pagine; prezzo di copertina: 1 Euro

Switch to our mobile site