«

»

dic 06 2012

Gae Capitano verso Sanremo

Riconoscimento importante per Gae Capitano, che a luglio ha vinto a Massa Carrara l’importante premio “Lunezia Autori”, giunto alla ventisettesima edizione. Una bella soddisfazione per l’autore nichelinese, bravissimo chitarrista negli anni perfezionatosi alla scuola di Mogol e al Cet (Centro Europeo di Toscolano). Capitano lavora nella musica da anni e nell’ambiente – sebbene sia una delle figure che spesso si muove “dietro le quinte” di un disco – è conosciuto e stimato. «Lavoro nella musica da quando sono giovane e per quindici anni ho girato il mondo con la mia chitarra, suonando dovunque ci fosse da suonare anche se, da quando è nato nostro figlio, io e mia moglie, anche lei musicista, abbiamo deciso di mettere radici e da allora ho un lavoro normale, come tecnico». Ma Capitano continua a creare musica e lo confermano le sue partecipazioni come autore a innumerevoli festival (tra cui Castrocaro, Accademia di Sanremo, Premio Rino Gaetano, Festival Benevento, Festival San Marino, Passaporto per Sanremo, MilleVoci, A Voice for Europe, Senza Etichetta, Gran Premio della Canzone Italiana, Grammy Europeo della Musica d’autore, Premio Mia Martini e ADMaward). Capitano ha raccolto anche riconoscimenti: Premio Sergio Endrigo (2011), Premio Letterario Panchina di Bologna (2011) e miglior composizione al Festival Internazionale Verdinote (2011). Il “Lunezia” è per Gaetano solo una tappa: «I progetti musicali continuano. Un mio brano è stato selezionato per partecipare a Sanremo Giovani 2013, si intitola “Messaggi in codice” e lo eseguirà il giovane Massimo Bonanno». Ma il treno, quello importante, non è ancora passato e chissà che non arrivi presto: «Mi hanno contattato Massimiliano Pani e l’entourage di Mina: lei stessa ha apprezzato alcune mie canzoni e presto valuterà altro materiale». In bocca al lupo, Gae. (a.b.)

Switch to our mobile site