«

»

set 27 2016

Factory: dal 30/9, il cinema come ponte tra le arti

 

cine-factory(Antonio Infuso). La macchina delle meraviglie, ovvero il cinema, e il sincretismo, cioè il rapporto tra le varie forme di espressione artistica, sono di scena al Centro Giovani “Marco Fiorindo – Factory” (via del Castello, 15 – Nichelino). Un magico viaggio nella cosiddetta “magnifica illusione” che attraverserà i territori del mito e dei vari linguaggi. “La settima meraviglia – il cinema come ponte con le arti”, questo è il titolo dell’iniziativa, propone sei incontri, tutti alle ore 20.30 e a ingresso gratuito. Si parte il 30 settembre, con “Lo zombie e la società moderna”,personaggi, atmosfere, critica sociale: il caso “Shaun of the Dead” (Edgar Wright, 2004). il 7 ottobre, è la volta de Cinema e colonne sonore: linguaggio e racconto”, con musica dal vivo per un percorso creativo attraverso le sinfonie del cinema. Il 14 ottobre, è il turno de La Metamorfosi nel cinema e nella letteratura”, conletture di passi letterari sul tema delle metamorfosi; proiezione del film “The lobster” (Yorgos Lanthimos, 2015). Il 21 ottobre, Back in time: Serata “Ritorno al futuro”, conI Four Fried Chickens (The Blues Brothers Tribute) e i brani della celebre trilogia cinematografica. Il 28 ottobre, è previsto “Il grande racconto della scienza: il gioco, la mente, la forma dell’universo”, conla scienza intesa come grande narrazione per immagini: il cinema e il bisogno dell’uomo di osservare se stesso e di spiegare il funzionamento dell’universo. Infine, il 4 novembre, “Blue Africa: storia della condizione afroamericana”, musica jazz e blues dal vivo, letture e visioni a tema: un viaggio storico e artistico nella Black Soul. “Il mestiere del critico”, curato da Umberto Mosca (direttore artistico di MyGeneration Festival), introdurrà ciascun appuntamento. L’iniziativa vede la partecipazione diretta dei ragazzi del territorio, all’interno del Forum di coprogettazione del Centro Giovani Factory, che prevede la programmazione delle attività da parte dei giovani di Nichelino. Il tutto all’interno di “Space Invaders” , il progetto finanziato dalla dalla Compagnia di San Paolo, all’interno del programma “OPEN”.

 

Switch to our mobile site