«

»

dic 13 2012

Dall’Italia: trapianti, in aumento i donatori

E’ cresciuto dell’1,4% in dodici mesi, il numero complessivo dei donatori di organi in Italia, passato da 1.301 del 2010 a 1.319 del 2011, con un incremento diffuso del tasso di donazione in particolare nelle regioni del Centro-Sud. Mentre sono oltre ottomila i pazienti in attesa di trapianto, il 7,4% in meno rispetto al 2010. Nello stesso anno, inoltre, l’Italia si e’ posizionata al primo posto nella classifica europea della donazione di cornee, con 7.388 donatori. A scattare la fotografia della donazione di organi nel nostro Paese e’ la Relazione sullo Stato sanitario del paese del Ministero della Salute, presentato a Roma. A fronte della crescita delle donazioni, si registra un importante calo delle opposizioni da parte delle famiglie dei defunti, scese di 2,8 punti percentuali rispetto al 2010 e attestatesi al 28,7%. Grazie al buon funzionamento della rete delle Banche dati degli organi, in termini di tracciabilita’, sicurezza e qualita’, nel 2011 si sono registrati elevati tassi di donazione. In crescita del 9% quelle di cornee, del 10,5% quelle di tessuto muscoloscheletrico. Oltre 11mila sono state poi le nuove iscrizioni al Registro italiano donatori di midollo osseo (IBMDR) che ha superato cosi’ i 400mila ( il 3% in piu’ rispetto al 2010. Nel 2011, il numero complessivo di donatori di cellule staminali emopoietiche e’ stato pari a 186: 127 n a ore di pazienti italiani, 59 per pazienti internazionali. Si e’ registrato anche un aumento delle attivita’ di esportazione ed importazione delle unita’ di CSE: nel 2011 sono state infatti importate 678 unita’ di CSE destinate a Centri italiani di trapianto ed esportate, 126 unita’, su richiesta di Centri esteri. (Agi)
.

Switch to our mobile site