«

»

mag 03 2012

Dall’Italia: riaperta la corsa per lo scudetto

Una sera di ordinaria follia, la prima di tutto il torneo, per la Juventus di Antonio Conte. Una partita iniziata benissimo, con un goal di testa di Marchisio – servito da una splendido assist di Pirlo –  che aveva prefigurato al pubblico dello Juventus Stadium e, forse, ai bianconeri stessi, una “goleada”. Ancora una volta scatenata banda di Conte ha fallito diverse occasioni per chiudere il match. Al Lecce il merito di non aver mollato, giocando un secondo tempo – i dieci uomini – orgoglioso e coraggioso. Per la Juventus, dopo una mezz’ora quasi straripante, il segnale di un leggero calo fisico nella ripresa, un cedimento di concentrazione e, forse, un pizzico di paura per il grande colpo, lo scudetto, a portata di mano. L’errore di Buffon, incredibile ma nell’aria (nel primo tempo si era già prodotto in un temerario dribbling su Di Michele) sembra pensato per la sceneggiatura di un film thriller quasi destinato a lasciare il “finale aperto” fino all’ultimo respiro. Ma a 180 minuti dalla fine del campionato, la Juventus saprà reagire: è ancora in vantaggio di un punto. E forse, sotto la Mole, ci sarà una doppia festa: Juve campione d’Italia e Toro in serie A. (a.i.)

Switch to our mobile site