«

»

lug 03 2012

Dall’Italia: Nervi, sterilizzati Cip e Ciop

Sterilizzare Cip e Ciop. Ecco la soluzione con cui combattere l’invasione nel parco di Nervi dello scoiattolo grigio, censito in 300 esemplari, a discapito dello scoiattolo rosso, a rischio estinzione. Una soluzione meno cruenta della prevista soppressione con il gas che aveva suscitato raccolte firme e mozioni in consiglio comunale. Del resto, come spiega Guglielmo Jansen, presidente del Wwf Liguria, «lo scoiattolo grigio è una specie molto aggressiva: entra in competizione con il rosso, non lo uccide, ma crea condizioni di abbandono, con conseguente scomparsa della specie autoctona». La Liguria non è la sola area a rischio: diverse zone di Piemonte e Lombardia hanno visto scomparire lo scoiattolo rosso, come avviene in varie nazioni europee. Così l’Ue si è mobilitata, stanziando 2milioni di euro, cifra che ha sollecitato l’interrogazione parlamentare dei senatori Valerio Carrara e Massimo Palmizio: «Ma quei fondi sono per tutta l’Europa e non per Genova» specifica Jansen «qui arriveranno circa 100mila euro». Un gruzzolo per contenere la colonia non indigena stanziatasi a Nervi da 30 anni.
Fino a 15 anni fa la specie era circoscritta, poi è iniziata la conquista delle zone limitrofe. «A essere interessate sono anche le zone di Capolungo e Pogliacco» spiega Jansen «ma l’allarme è che lo scoiattolo grigio raggiunga le colline e da lì si espanda. La sterilizzazione è impopolare, ma tutelare la fauna locale è una necessità». Andrea Agostini, di Legambiente Liguria obietta: «La sterilizzazione dev’essere affrontata con tutte le garanzie: non tutti gli animali sopravvivono». L’assessore all’Ambiente Renata Briano rassicura: «Gli scoiattoli verranno sterilizzati da veterinari competenti, reinserendoli in habitat adeguati».

Switch to our mobile site