«

»

ago 02 2012

Dall’Italia: Crisi? Italiani tornano in bicicletta

Gli italiani riscoprono la bicicletta: e’ l’unico mezzo di trasporto infatti che fa segnare un incremento del proprio utilizzo (+5%) secondo uno studio dell’Osservatorio Findomestic sui dati elaborati a luglio. Crolla, invece, l’impiego dell’auto, tradizionalmente il piu’ amato mezzo di trasporto. Il 38% degli italiani afferma di averne ridotto l’uso nel corso dell’ultimo anno. Circa 7 persone su 10, inoltre, per effetto del caro-carburanti, affermano di aver cambiato modo di muoversi sia durante la settimana che in vacanza. A farne le spese, in primis, i grandi centri commerciali fuori citta’: il 35% dei consumatori racconta di esserci andato meno spesso per via dell’aumento del costo dei carburanti. Per quanto riguarda i mezzi pubblici, il loro impiego, secondo gli intervistati, e’ quello che ha fatto segnare la contrazione minore. La fiducia dei consumatori, poi, resta ferma ai minimi storici: 3,2 punti, come nei due mesi precedenti. Aumenta il numero di quanti, da qui ai prossimi 12 mesi, risparmieranno. La loro quota e’ salita al 12,9%, rispetto all’11,4% del mese scorso. Le previsioni di acquisto a tre mesi rimangono invariate per gli elettrodomestici bianchi (dal 14,4% di giugno al 14,5% di luglio), mentre si registra una lieve frenata per i piccoli (dal 23,2% al 22,9%) e i bruni che passano dal 18,2% al 17,3%. Recuperano terreno le previsioni di acquisto a tre mesi di PC e accessori (dal 17,9% di giugno al 20,5% di luglio), stabili quelle per i tablet, mentre arretrano quelle per la telefonia (dal 18,5% al 17,9%). Prosegue il trend positivo delle previsioni d’acquisto per le auto nuove (da 8,2% di giugno a 9,1% di luglio) e va meglio anche per le auto usate (dal 5,1% di giugno al 5,9% di luglio). Scooter e moto, invece, perdono ancora terreno e se a giugno il 4,6% dei consumatori si diceva pronto ad un acquisto nell’arco dei successivi 90 giorni, a luglio questa quota arretra al 4,4%. In lieve aumento, rispetto al mese precedente, le intenzioni di acquistare una casa che risale al 5%, mentre le previsioni per i mobili restano in linea con i valori del mese precedente (15,5%). (AGI) .

Switch to our mobile site