«

»

giu 13 2012

Dal Mondo: meditazione aumenta connessioni cerebrali

La meditazione ha positivi effetti sul cervello, aumentando la connettività tra i neuroni. E’ quanto suggerisce un nuovo studio effettuato dai ricercatori americani della University of Oregon: analisi di risonanza magnetica MRI effettuate su delle persone che hanno praticato una forma di meditazione cinese per 11 ore hanno mostrato, nella zona cerebrale cingolata anteriore, un aumento delle connessioni neuronali e un’espansione della mielina, il tessuto grasso che protegge gli assoni dei neuroni. “La meditazione cinese IBTM fa parte della medicina tradizionale, e si differenzia dalle altre forme di meditazione perché dipende molto dalla consapevolezza e dall’equilibrio tra il corpo e l’ambiente” ha spiegato Yi-Yuan Tang, ricercatore a capo dello studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences. “Il nostro studio – ha aggiunto – ha scoperto che 11 ore di pratica complessiva (circa un mese di lezioni) provocano dei cambiamenti sensibili nella corteccia cingolata anteriore, aumentandone la connettività”. Deficit di attivazione di quest’area del cervello sono stati collegati da studi precedenti a disordini come demenza, depressione, schizofrenia e ADHD. (Ansa)

Switch to our mobile site