«

»

ago 29 2012

Dal mondo: Crolla un mito, vincono gli spermatozoi lenti

Novità sulle ricerche in merito al concepimento. La velocità non paga, almeno quando si tratta di riproduzione. Gli spermatozoi “lumaca” sono risultati vincenti rispetto ai rivali ‘Speedy Gonzales’, in uno studio condotto sul moscerino della frutta (Drosophila melanogaster). Il lavoro, pubblicato online su ‘Current Biology’, è stato condotto da un team di scienziati fra cui Stefan Lupold della Syracuse University (NY), utilizzando moscerini della frutta geneticamente modificati in modo che le teste degli spermatozoi emettessero una luce fluorescente verde o rossa sotto il microscopio.  Questo ha permesso agli studiosi di osservare in tempo reale cosa accade all’interno del tratto riproduttivo femminile. «La competizione spermatica è un processo biologico fondamentale in tutto il regno animale, ma sappiamo ancora molto poco su quali caratteristiche permettono ad alcuni esemplari di vincere questa ‘garà», dice Lupold. «Questo è il primo studio a misurare la qualità dello sperma in condizioni ‘realì di concorrenza, e ci permette di distinguere le caratteristiche importanti in ognuna delle fasi riproduttive». Ebbene, la velocità non paga: gli spermatozoi più lunghi e più lenti sono risultati più bravi a spiazzare i rivali, e meno a rischio di essere espulsi rispetto agli omologhi più agili. (Leggo.it)

Switch to our mobile site