«

»

giu 15 2012

Dal mondo: bambini ansiosi? Un avatar per amico

Utilizzare un avatar virtuale potrebbe aiutare bambini con ansia sociale ad affrontare le proprie paure. Con questo scopo i ricercatori dell’Anxiety Disorders Clinic della University of Central Florida e la societa’ di Atlanta Virtually Better hanno sviluppato un nuovo programma-simulazione che consente ai piu’ piccoli di interagire con avatar che giocano i ruoli dei compagni di classe, dei docenti e di un protagonista. Gli avatar sono gestiti dai medici in una stanza diversa. La simulazione e’ stata pensata per bambini tra gli 8 e i 12 anni, che dovranno rispondere alle situazioni che incontrano nel programma, sperimentando il saluto, il dare e ricevere complimenti, l’essere assertivi, il porre domande e il dare risposte. Il software comunica frasi come “Sei uno dei miei studenti preferiti”, oppure “Sei la piu’ bella della classe”: molti bambini sorridono e rispondono con entusiasmo, ma quelli affetti da gravi ansie possono risultare troppo terrorizzati per reagire. “Questi ragazzi affermano di non riuscire a farsi degli amici – ha detto Deborah Beidel, direttore della Clinica per i disturbi d’ansia della UCF -. Dobbiamo insegnare loro le competenze che la maggior parte delle persone impara interagendo con l’ambiente esterno”. Il National Institute of Mental Health, parte del National Institutes of Health, ha fornito fondi per 500mila dollari per sviluppare il software e gestire uno studio di 12 settimane che iniziera’ la prossima estate. Tra i vari scenari, anche la presenza di un bullo che vuole ‘estorcere’ al bambino soldi per il pranzo.

Switch to our mobile site