«

»

apr 08 2016

Dal 1945 a oggi: tredici sindaci a Nichelino

_DSC0492(A.I.). Un po’ di storia della nostra città. Dalla Liberazione a oggi, sono stati ben tredici i politici che si sono succeduti sulla poltrona di sindaco. Si parte con Rodolfo Camandona (maggio 1945) nominato sindaco provvisorio dal Comitato di Liberazione Nazionale. Poi entra in carica Gerolamo Bonetto (luglio 1945 – agosto 1946, primo sindaco eletto in libere elezioni e deceduto poco tempo fa a quasi 101 anni) che passa la fascia a Mario Sorbone (agosto ’46 – giugno ‘51).

Quindi è il turno di Angelo Bauducco (giugno ‘51 – dicembre ‘60) e di Angelo Prato che resta in carica per quasi dieci anni (dicembre ‘60 – settembre ‘70).

Ecco che, poi, entra in scena Elio Marchiaro, sindaco storico che ha accompagnato Nichelino dal boom alla modernità (settembre 1970 – dicembre 1984), attuale primatista di durata con oltre 14 anni: un record irraggiungibile anche perché sono cambiate le leggi sul mandato di primo cittadino.

Lo scettro passa successivamente a Luciano Braga (dicembre ‘84 – settembre ‘85) che lo cede a Teodoro Crupi (settembre ‘85 – marzo ‘87); a cui seguono Armelio Vitale (marzo ‘87 – ottobre ‘89), Bernardino Mussetto (ottobre ‘89 – ottobre ‘92) e Angelino Riggio (ottobre ‘92 – aprile ‘95).

Pietro Bartolo Piovano (aprile 1995 – giugno 2004) è il primo sindaco a essere eletto direttamente dai cittadini con il nuovo sistema elettorale; mentre Giuseppe Catizone (giugno 2004 – giugno 2014) è il primo, dopo Marchiaro, a toccare la doppia cifra (10 anni) alla guida della città.

Infine, Angelino Riggio è tornato a guidare Nichelino fino al commissariamento (giugno 2014 – dicembre 2015). Dunque il futuro sindaco, che verrà eletto il prossimo giugno, sarà il quattordicesimo primo cittadino di Nichelino.

Switch to our mobile site