«

»

feb 15 2016

Covar14, recupero olio cucina: al Crai di via Cuneo dal 20/2

covar(Antonio Infuso). L’olio alimentare esausto finisce, troppo spesso, negli scarichi di cucina mentre, invece, potrebbe incrementare la raccolta differenziata e produrre biodiesel, con vantaggi per tutti. Per incentivarne il recupero, il Covar14 e Federconsumo Confcooperative Piemonte hanno avviato, presso 17 negozi situati nei 12 Comuni della cintura sud di Torino del consorzio, un progetto che affianca gli ecocentri già dislocati sul territorio. Il simbolico taglio del nastro dell’iniziativa è previsto venerdì 19 febbraio al Crai di via Piave 11, a Piossasco. Mentre per Nichelino l’appuntamento è in programma il 20 febbraio, alle ore 15.00, al Crai di via Cuneo, 7. Il progetto è stato ideato da Federconsumo Confcooperative Piemonte e realizzato in collaborazione con le cooperative associate Codè Crai e 3A, a cui fanno riferimento oltre 600 soci dettaglianti nella regione, con i marchi Crai, Simply e Prestofresco. I danni ambientali causati da uno scorretto smaltimento dell’olio esausto (attraverso gli scarichi domestici) sono sconosciuti ma elevati. Un litro di frittura inquina 1.000 metri quadrati di terreno penetrando anche nelle radici della vegetazione e delle coltivazioni. Se raccolto attraverso i centri, invece, può essere recuperato per la produzione di biodiesel, il cui impatto (in termini di produzione di CO2) è basso. Conferire nei nuovi punti di raccolta è semplice: l’avanzo di frittura va versato, filtrato e non caldo, nella tanica casalinga che, una volta piena, andrà svuotata nel contenitore del negozio. La miscela sarà controllata da un addetto e non dovrà contenere acqua o salamoia, né olio minerale da motore degli autoveicoli. Il piccolo sforzo di differenziare l’olio sarà premiato con 100 punti per ogni svuotamento da 5 litri, da utilizzare per i premi proposti sul catalogo reperibile nei negozi, che include buoni spesa da 5 euro a fronte di 750 bollini.

Per informazioni e per ricevere la tanica il riferimento sono i punti vendita aderenti all’iniziativa oppure la mail: raccoltaolioalimentare@gmail.com

Switch to our mobile site