«

»

mar 25 2015

Comune e Acli: incontri/attività su Alzheimer e Parkinson

alzheimer foto(Antonio Infuso). “La speranza in un caffè”:  è l’iniziativa organizzata dalla Città di Nichelino e dalle ACLI di Torino e Nichelino – in collaborazione con Cooperativa Sociale Solidarietà, Alzheimer Piemonte e Associazione Amici Parkinsoniani – per offrire un sostegno e un punto di riferimento alle famiglie che si prendono cura di persone affette da due gravi forme di malattie degenerative: Alzheimer e Parkinson.

Il ciclo di appuntamenti/opportunità sarà ospitato presso la sede del circolo Acli Nichelino Centro (Via Spadolini, 6).

“La speranza in un caffè”  diverrà uno spazio dove le famiglie che quotidianamente affrontano questo grave problema potranno – insieme ai loro congiunti vittime della malattia –  incontrarsi per condividere le esperienze affrontate lungo un difficile percorso e per trovare supporto e consigli. L’obiettivo è trasformare “La speranza in un caffè” in un punto di riferimento territoriale consentendo il confronto, la collaborazione e organizzando veri e propri laboratori con attività di intrattenimento e di stimolo psico-motorio destinate ai pazienti.

“Le malattie degenerative – spiega Maria Antonietta Ricci, Assessore alla Terza Età –  sono un fenomeno che va affrontato anche dal punto di vista sociale. In futuro, il problema, visto l’invecchiamento della popolazione, potrebbe ampliarsi. Ecco perché la Città di Nichelino ha promosso, insieme alle Acli, questa iniziativa. Si tratta di un punto di partenza per costituire un rete sociale composta da diversi soggetti operanti nel territorio in campo sanitario, psicologico  sociale e culturale”.

“Il progetto – prosegue Lorenzo Brunelli, Presidente Circolo Acli Nichelino Centro – nasce dall’analisi dei bisogni del territorio e dal contributo messo a disposizione dalle Acli Nazionali. Stiamo assistendo a un costante aumento del numero degli utraottantenni non autosufficienti e con problemi legati alla disabilità e a un sistema di welfare in difficoltà e con costante riduzione di risorse. E le famiglie devono farsi direttamente carico della gestione e della cura dei propri cari. In particolare, chi vive accanto ad una persona malata di Alzheimer e Parkinson si trova in seria difficoltà, in quanto accudire il proprio famigliare richiede molte energie e risorse, non solo conoscitive, per trovare le soluzioni di cura e assistenza più efficaci, ma anche psicologiche e emotive, per essere in grado di affrontare una situazione che è per tutta la famiglia causa di grande sofferenza e che si protrae generalmente per molti anni”.

“Le Acli Provinciali di Torino e di Nichelino – aggiunge Raffaella Dispenza, Vice Presidente Acli Provinciali di Torino – hanno costruito questo progetto per dare una risposta concreta alle famiglie, per accompagnare la comunità locale dal basso a mobilitarsi per il welfare locale, in sinergia e non in sostituzione con gli enti locali preposti. Ci piacerebbe per questo costituire un ampio gruppo di volontari disponibili per qualche ora al mese a partecipare alle attività, insieme a Operatori Socio Sanitari, psicologi, fisioterapisti, ecc.  Le Acli metteranno a disposizione la propria esperienza e competenza, come ad esempio il servizio di Patronato e il servizio Soluzioni Famiglie per assistenza domiciliare e assistenza familiare, per sostenere le famiglie a tutto tondo”.

“Riteniamo – conclude il sindaco, Angelino Riggioche il supporto sociale e l’assistenza domiciliare e famigliare (dove possibile), siano fondamentali nel percorso di assistenza alle persone affette da malattie degenerative. Il nostro slogan è “partecipazione”. E l’iniziativa “La speranza in un caffè” rientra totalmente nei percorsi di collaborazione e di sostegno sociale alle famiglie e ai loro congiunti. Un progetto che tende anche a garantire la dignità dei nostri anziani, i più esposti a queste malattie”.

Recentemente anche il cinema si è occupato del problema con “Still Alice”, una bellissima pellicola –  tratta dal romanzo omonimo di Lisa Genova – nella quale Alice, professoressa all’Università di Harward, scopre di essere destinata a un anticipato tramonto della mente a causa di una forma ereditaria di Alzheimer. Il tema è affrontato con sensibilità e intelligenza e può essere uno spunto di profonda riflessione.

Ma ecco il calendario il calendario degli incontri de “La speranza in un caffè”:

Giovedì 9 aprile (ore 9.30 – 11.30)

Presentazione attività – Gruppo di confronto con la psicologa Marinella Carenza – Laboratorio di Arte Terapia per i pazienti, condotto da Monica Bergamo.

Giovedì 23 aprile (ore 15.00 – 18.00)

“La malattia di Parkison, sintomi e terapie”, con il professor Leonardo Lopiano, Direttore S. C. Neurologia 2 U, Dipartimento Neuroscienze Università di Torino – Attività per i pazienti con la psicologa Marinella Carenza.

Giovedì 7 maggio (ore 9.30 11.30)

Essere caregiver”, incontro tra famiglie con la psicologa  psicoterapeuta Roberta Grasso – Laboratorio di Arte Terapia per i pazienti, condotto da Monica Bergamo.

Giovedì 21 maggio (ore 15.00 – 18.00)

“Conoscere la malattia di Alzheimer: caregiver, come affrontarla” con il dottor Fausto Fantò, Direttore Geriatria al “San Luigi Gonzaga” – Attività per i pazienti con la psicologa Marinella Carenza.

 

Giovedì 4 giugno (ore 9.30 – 11.30)

“Convivere con la malattia”, incontro fra parenti con la psicologa psicoterapeuta Roberta Grasso – Laboratorio di Arte Terapia per i pazienti, condotto da Monica Bergamo.

Giovedì 18 giugno (ore 15.00 – 18.00)

“Ruolo della fisioterapia nell’Alzheimer e nel Parkinson, percorsi di cura e istruzioni per i caregiver”, incontro con Federica Pinto, fisioterapista – Attività per i pazienti con la psicologa Marinella Carenza.

Giovedì 2 luglio (ore 9.30 – 11.30)

“Ascoltare le emozioni”, incontro fra parenti con la psicologa psicoterapeuta Roberta Grasso – Laboratorio di Arte Terapia per i pazienti, condotto da Monica Bergamo.

Giovedì 16 luglio (ore 15.00 – 18.00)

“Festa d’estate” e saluti, pensando già, insieme, alle iniziative autunnali.

Info:

Acli Provinciali di Torino

Via Perrone, 3 bis – Torino

Tel.: 011.5712811 – e-mail: torino@acli.it

Città di Nichelino – Ufficio Politiche Sociali

Via del Pascolo, 13/a

Tel.: 011.6819256

e-mail: rosi.ferrara@comune.nichelino.to.it

Switch to our mobile site