«

»

mag 27 2014

Comunali: la lunga notte di Nichelino

Riggio Cistaro(Antonio Infuso). E’ stata una notte infinita, convulsa, ricca di pathos e conclusasi alle sei di stamane. E nemmeno il re della suspense e del thriller, Alfred Hitchcock, avrebbe potuto far di meglio per rappresentare gli avvenimenti di questa infinita e imprevedibile tornata elettorale. Ma è stata anche premiata la scelta del nostro giornale, “Nichelino Città”, di seguire in tempo reale e ininterrottamente, con costanti aggiornamenti, tutte le fasi dello scrutinio. Le pagine delle nostre notizie elettorali, dall’inizio dello spoglio fino al momento in cui scriviamo, hanno registrato oltre 4.000 click: un bel successo.

E’ stata un’elezione con valenza storica, che poi è l’elemento che per sempre la consegnerà al futuro.

Per la prima volta, infatti, Nichelino dovrà scegliere il sindaco con il ballottaggio; e ancora per la prima volta, nelle elezioni amministrative, un partito legato alla tradizione storica della sinistra non risulta essere il più votato.

Ma andiamo alla cronaca dello scrutinio, consumatosi tra il tramonto e l’alba di una notte piovosa. Dopo lo spoglio dei primi seggi si è subito evidenziata la cavalcata sicura di Santo Cistaro (Lista Cistaro, Partito Democratico, Sinistra Ecologia e Libertà, Moderati, Partito Socialista Italiano, No Cemento) che ha iniziato forte e ha preso il largo, conquistando, alla fine, un perentorio 31,39% (8.371 voti) e garantendosi un posto al ballottaggio. Ma alle sue spalle è iniziata una spasmodica gara tra Angelino Riggio (Democratici per Nichelino, D’Aveni per Nichelino, Difendiamo le Primarie, Comunisti Italiani) e Domenico Cuppari (Movimento Cinque Stelle). Ecco cosa è accaduto mentre giungevano i risultati dalle varie sezioni. Cuppari è partito molto bene. Riggio ha tentato un primo recupero. Cuppari ha risposto con un allungo. Riggio ha effettuato un contro-break, con un primo sorpasso. Ma Cuppari ha reagito tornando in testa. Riggio non demordeva e lo ha appaiato con due soli voti di vantaggio. Finale allo sprint, con Riggio che ha chiuso a quota 5.890 (21,95%) contro i 5.739 voti (21,39%) di Cuppari.

Dunque, Riggio si conferma – ciclisticamente parlando – un finisseur, uomo da scatto finale vincente, e bissa il recupero, al fotofinish, alle primarie del centro sinistra.

Cuppari, pur sconfitto, porta a casa un risultato importante: il M5S è il primo partito, alle comunali, della città.

Indietro gli altri quattro pretendenti alla carica di Sindaco: Franco Fattori (Nichelino Domani, Adesso Basta, Nichelino Rinasce, Noi per Nichelino) al 12,66%, Maria Pia Parisi (Forza Italia) al 7,87%, Andrea Sinopoli (Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale) al 3,01% e Luigi Infantino (Rifondazione – Partito Comunista) all’1,93%.

Per quanto riguarda le liste, vediamo i risultati: M5S in testa con il 21,57%, seguono PD (19,37%), Difendiamo le Primarie (8,19%), Forza Italia (7,96%), Democratici per Nichelino (6,83%), D’Aveni per Nichelino (4,74%), Moderati (4,71%), Nichelino Domani (4,61), Noi per Nichelino (4,16%), Cistaro Sindaco (3,17%), Fratelli d’Italia (3%), Sel (2,26%), Adesso Basta (2,12%), Rifondazione Comunista (1,87%), Comunisti Italiani (1,76%), Nichelino Rinasce (1,51%), No Cemento (1,10%), PSI (1,10%).

Infine, un’occhiata all’elenco dei candidati che hanno sfiorato o superato la soglia psicologica delle 200 preferenze: Carmen Bonino (527), Filippo D’aveni (347), Raffaele Riontino (343), Graziella Scaramuzzino (311), Alessandro Azzolina (308), Maria Antonietta Ricci (244), Giampietro Tolardo (217), Giorgia Ruggiero (216), Diego Sarno (213), Tommaso Marino (201), Antonio Ferrara (199), Roberto Emma (197), Alessio Ricci (197).

L’appuntamento è, quindi, per l’8 giugno, ultimo round – il ballottaggio – per stabilire chi sarà il nuovo sindaco di Nichelino. Santo Cistaro e Angelino Riggio dovranno, in qualche modo, trovare alleanze o appoggi per raggiungere il 50% più uno. Si sussurra di un possibile confronto pubblico tra i due sfidanti, forse al centro sociale “N.Grosa” e si ipotizza anche una data: il prossimo venerdì. Ma non vi è ancora nulla di ufficiale.

“Nichelino Città” seguirà in tempo reale anche l’ultima sfida.

Switch to our mobile site