«

»

giu 03 2014

Ballottaggio: al lavoro la macchina organizzativa

DSC_0405(Antonio Infuso). Si sta muovendo a pieno ritmo la macchina organizzativa che porterà all’appuntamento dell’8 giugno: il ballottaggio tra Santo Cistaro e Angelino Riggio per l’elezione del primo cittadino. Voteranno, per legge, solo coloro che erano inseriti nelle liste elettorali alla data del 25 maggio. Infatti, e potrà apparire strano, le liste sono “congelate” a quella data. Perciò, chi raggiungerà i 18 anni tra il 26 maggio e l’otto giugno non potrà votare, pur essendo divenuto maggiorenne. Dunque verranno richiamati alle urne 38.695 nichelinesi (18.743 m e 19.952 f). Saranno sempre 45 i seggi (suddivisi in 10 plessi scolastici) con altrettanti presidenti e segretari, 180 scrutatori. Ricordiamo che si vota solo nel giorno di domenica 8 giugno 2014, dalle ore 7.00 alle ore 23.00 e occorre presentare la tessera elettorale e un documento di identità in corso di validità. Intanto, si susseguono, nelle piazze, nei mercati e nei giardini pubblici, i comizi dei due canditati. Mentre sui social-network si è scatenata una battaglia a suon di post, con polemiche e schermaglie anche calde. Come tutti sanno, questa è la prima volta, nella storia di Nichelino, che il sindaco verrà scelto con il ballottaggio. E a rendere più ancor più effervescente il clima è l’intricato contesto politico cittadino: i due candidati fanno parte, entrambi, del centro-sinistra. Una sfida tutta in “famiglia”.  

Switch to our mobile site