«

»

mag 19 2016

28/5, giardini Galimberti: parco gioco per tutti

parco giochi(Antonio Infuso). Si terrà il 28 maggio, alle ore 17.00, nei giardini di via Galimberti, l’inaugurazione de “Un parco giochi per tutti”, un progetto realizzato dall’Associazione AltroDomani onlus, in collaborazione con la Città di Nichelino e il sostegno del Gruppo Unicredit. Si tratta di un percorso iniziato nel 2013 con lo scopo di creare un’area giochi accessibile a tutti i bambini, anche quelli affetti da difficoltà motorie

“Successivamente,con il nostro sogno – spiega il presidente di AltroDomani, Francesco Ieva – abbiamo partecipato aun bando organizzato dal Gruppo Unicredit, ottenendo un contributo di 7.000 euro e raccogliendo, attraverso diverse iniziative, altri 3.000euro in donazioni”.

In questo modo, l’Associazione è stata in grado di stanziare la prima tranche per l’acquisto dei giochi.

“Una spesa finale – aggiunge Ieva – che ammontaa 20.000 euro ma che, alla fine,siamo riusciti a raggiungere grazie all’impegno e alla solidarietà di tanti nichelinesi, enti e singoli cittadini”.

Nel frattempo, la Città di Nichelino, che ha patrocinato e appoggiato il progetto, si è impegnata a sostenere i costi e le operazioni di pavimentazione dell’area, della posa dei giochi e della relativa messa in sicurezza, per una spesa complessiva di circa 10.000 euro.

“Si tratta – spiega il Commissario Straordinario della Città di Nichelino, Enrico Ricci – di un’iniziativa di alto valore sociale e inclusivo. Un progetto che favorisce l’interazione tra bambini e che porterà sicuramente tanti sorrisi in più e momenti di svago anche ai ragazzi con difficoltà”.

Nel dettaglio sono stati installati un’altalena con poltrona e relativo sistema di sicurezza, una bicicletta accessibile e un pannello a onde sensoriali.

Inoltre, l’area formerà – insieme agli altre strutture ludiche presenti – un grande e unico “parco giochi per tutti”.

L’associazione AltroDomani – nata a Nichelino ma ormai presente su buona parte del territorio nazionale in questi quattro anni ha raccolto e stanziato circa 60.000 euro per numerosi progetti e ha in cantiere altre azioni di sensibilizzazione e di raccolta fondi per appoggiare la ricerca scientifica, il sostegno e l’integrazione a favore di ragazzi affetti da diverse patologie.

Conclude Ieva: “Per noi è una grande soddisfazione essere stati promotori di questo progetto sociale. Scopo del parco è favorire l’integrazione tra i bambini e valorizzare le diversità come condizione naturale di vita. Il progetto è teso anche a sensibilizzare le amministrazioni a porre maggiore attenzione sia nella tematica sia nell’acquisto di giochi che siano maggiormente accessibili. Auspichiamo anche che si giunga a definireuna quota minima di giochi accessibili in caso di ristrutturazioni e nuove realizzazioni”.

Switch to our mobile site