«

»

apr 14 2015

17/4: Infopoint Stupinigi, in 6 comuni per il futuro della zona

DSC_0017Venerdì 17 aprile, alle ore 17.00, presso il recentissimo Infopoint del parco di Stupinigi (viale Torino, 4), si svolgerà la cerimonia per la firma del protocollo d’intesa fra i comuni di Nichelino, Orbassano, Candiolo, Beinasco, None e Vinovo ,per la valorizzazione della Palazzina di Caccia, del parco e dei poderi.

L’area di Stupinigi è il nostro tesoro, con il suo immenso parco, i bellissimi poderi e la stupenda Palazzina di Caccia,  patrimonio Unesco dell’Umanità. Il sogno nel cassetto è trasformare questo territorio in un polo – tra natura, prodotti agricoli e arte nelle sue varie forme – che diventi punto di riferimento culturale, artistico e turistico su scala regionale, nazionale e internazionale. Per iniziare a mutare in realtà il “sogno nel cassetto” ecco nascere il Protocollo d’intesa fra Nichelino, Orbassano, Candiolo, Beinasco, None e Vinovo.

Un progetto che ha preso forma, giorno dopo giorno, grazie alla collaborazione e alla volontà dei Sindaci e delle Amministrazioni Comunali coinvolte.

Ma vediamo cosa è stato già realizzato:

Ø        in collaborazione con l’Associazione “Stupinigi è…”, costituita da imprenditori agricoli e turistici locali, è stato presentato alla Compagnia di San Paolo il progetto “Stupinigi fertile”, che ha vinto il relativo bando e ottenuto cospicui finanziamenti, oltre a ricevere altri significativi contributi dagli Enti Partner (la Fondazione CRT, l’Ente Parco Stupinigi, la Provincia di Torino, la Coldiretti);

Ø        il  progetto“Stupinigi fertile” è stato finalizzato in particolare alla valorizzazione del patrimonio rurale, delle tradizioni storiche e della vocazione agricola del territorio, attraverso percorsi di agricoltura sociale e rilevanti eventi artistici e culturali;

Ø        tra le diverse iniziative riferite al progetto, ampio successo di pubblico ha riscosso la Fiera di Stupinigi, tenutasi domenica 5 Ottobre 2014 nel concentrico; infatti, secondo le stime della Protezione Civile,  sono transitate in fiera almeno 10.000  persone;

Ø        il progetto si è concluso recentemente con la ristrutturazione e l’inaugurazione dell’Info Point a Stupinigi, che ha consentito l’inizio di un nuovo servizio nell’area;

Ø        il Comune di Nichelino ha predisposto apposita convenzione con l’Associazione “Stupinigi è…” per la celebrazione di matrimoni civili nel suddetto Info Point;

Ø        sono state già calendarizzate, nella prossima primavera-estate 2015,  diverse iniziative nell’area, a carattere naturalistico, ambientale, culturale, artistico e sportivo;

Ø        è già stato costituito il primo Tavolo di Lavoro fra l’Assessore alla Cultura regionale, l’Ente di gestione delle aree protette dell’Area Metropolitana di Torino e i sei Sindaci, dove sono state concordate diverse iniziative di rilievo;

Ø        analogamente, vi è stata la prima riunione fra l’Assessore ai Parchi regionale, l’Ente di gestione delle aree protette dell’Area Metropolitana di Torino e i sei Sindaci, per apportare specifiche varianti al Piano d’Area. 

Adesso, nella fase immediatamente successiva a questi primi interventi articolati “dal basso”, vorremmo coinvolgere nel progetto, anche gli altri Enti preposti di livello superiore, quali la Città Metropolitana di Torino, la Fondazione dell’Ordine Mauriziano, la Regione Piemonte e il Ministero dei Beni Culturali, per istituire un unico tavolo di lavoro, elaborare in sinergia un programma di attività, con specifiche proposte operative, e accedere unitariamente ad eventuali finanziamenti Regionali, Ministeriali e dell’Unione Europea.

Inoltre, è in fase di definizione una vera e propria “chiamata alla creatività” di tutte le realtà didattiche, culturali e artistiche che operano nel territorio, con l’iniziativa “Un pensiero per Stupingi”. Le facoltà di Architettura e di Agraria, le scuole di ogni ordine e grado, le associazioni culturali, gli artisti (pittori, scrittori, musicisti, scultori, fotografi, ecc.) saranno invitati a presentare il loro contributo di idee e le loro proposte. In poche parole, sarà il loro “pensiero per Stupinigi”. Successivamente, grazie ai lavori pervenuti, verrà allestita una mostra itinerante e una giuria premierà  le migliori proposte.

Dunque, non ci resta che… creare. E lavorare tutti insieme per concretizzare il sogno.

Switch to our mobile site